Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

Domenica 20 aprile 2014

Andate tutti alla Diavolata

La diavolata

Adrano (CT)

La diavolata
E SAPEVATE CHE...?


La Diavolata è un'opera drammatica a sfondo religioso nata nel lontano 1752 dalla penna del poeta locale Don Anselmo Laudani, e di solito viene chiamata in gergo I Diavulazzi di Pasqua.

A rendere unica questa antica tradizione contribuisce anche la presenza degli attori locali che di padre in figlio, generazione dopo generazione si sono tramandati i segreti sulla recitazione dei versi che compongono l'opera.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Smettetela di fare il diavolo a quattro e prendeteci pure alla lettera, si parte per la Diavolata di Adrano.

Ad attendervi al vostro arrivo una delle manifestazioni folcloristiche più apprezzate di tutta la Sicilia, che da oltre 250 anni durante la Domenica Pasquale attira genti da ogni dove.

Una rappresentazione sacra d’origine medievale senza pari, dove paganesimo e religione si intrecciano creando uno spettacolo unico e dalle atmosfere suggestive.

Ma girone dopo girone vediamo di addentrarci nel cuore della manifestazione.

Nella splendida cornice del centro storico di Adrano, nella piazza principale viene allestito un palco, dove da una parte viene raffigurato l’inferno con i diavoli a cui si contrappone l’altra parte che rappresenta il paradiso.

La trama è vecchia e prevedibile:dopo una serie di battaglie conflitti e discussioni i diavoli hanno la peggio e gli angeli si assicurano la vittoria.

Scherzi a parte, questa meravigliosa rappresentazione incarna la metafora del trionfo del bene sul male, preannunciando la resurrezione del Cristo, regalando a fedeli e semplici curiosi emozioni uniche e senza tempo.

Su, non fate i poveri diavoli che se ne stanno in pantofole davanti alla televisione, preparatevi a partire per la Diavolata di Adrano.


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!