Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.587 sagre

invia Invia

Salva

Dal 1 al 12 dicembre 2016

Non è mai troppo tardi per godersi il Tardivo

Mostra del Radicchio Tardivo

Martellago (VE)

Mostra del Radicchio Tardivo
E SAPEVATE CHE...?


Il radicchio si è guadagnato un posto da re nella gastronomia veneta,infatti le ricette che lo vedono protagonista sono tantissime. Il risotto al radicchio rosso è la più celebre. Ma quella dal nome più suggestivo è di sicuro il radicchio sofegà, cioè soffocato.

Questo particolare contorno si ottiene mettendo a cuocere a fuoco basso, in una teglia coperta, il radicchio precedentemente insaporito con olio, aglio, sale, pepe e aromi vari.

Dopo 15 minuti, si aggiunge una fetta di formaggio che fonde a fuoco vivace. Il radicchio sofegàsi può gustare da solo, come condimento sopra la pasta oppure insieme al salame. Avete già l'acquolina in bocca vero?

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Perdete ogni volta treno aereo e pullman? Arrivare puntuali è una delle cose che vi riesce peggio? Non disperate, per partecipare alla Mostra del Radicchio Tardivo di Martellago non è mai troppo tardi.

Per gustarvi questa croccante prelibatezza veneta stavolta avete tutto il tempo che vi serve, ben 11 giorni. Il borgo di Martellago infatti, vi aspetterà paziente per offrirvi sul piatto d’argento la rossa specialità che si è meritata la stima dei buongustai di tutto il mondo.

Coltivato in Veneto fin dal XVI secolo, l’inconfondibile radicchio IGP deve il suo affascinante gusto dolce-amaro alla complessa lavorazione tradizionale che contempla anche l’immersione del germoglio in pura acqua di sorgiva.

Non stupitevi, dunque, se Martellago dedica a una vera meraviglia della natura come questa una festa in grande, con musiche, artigianato tipico, incontri culturali, visite guidate, concorsi, spettacoli e ovviamente buffet.

Dopo aver assistito alla benedizione rituale del radicchio potrete ammirarlo in tutte le sue varianti, esposto negli stand del borgo. E per chi non sa rinunciare alle gioie della buona cucina una vasta selezione di squisiti piatti tipici, tutti a base di radicchio s’intende: fritto in pastella, cotto ai ferri, abbinato a risotti, frittate, pasta, pasticci e perfino pizze.

Per i più curiosi sono previste anche visite all’azienda agricola dei produttori. Qui gli esperti vi illustreranno i segreti della particolare coltivazione del radicchio tardivo intervallando gli interventi con golose degustazioni.

Driin. E ora chi è? Qualcuno che vi ricorda quel famoso impegno di cui vi siete dimenticati? Niente paura, stavolta avrete una buonissima scusa per aver fatto tardi!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!