Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

Domenica 17 febbraio

Anche in purgatorio si può mangiare divinamente!

Pranzo del purgatorio

Gradoli (VT)

Pranzo del purgatorio
E SAPEVATE CHE...?


Pare che la tradizione di questa sentitissima manifestazione abbia avuto origine alla fine del XVI secolo, quando la Fratellanza del purgatorio per venire incontro alle esigenze delle famiglie meno agiate iniziò a racimolare generi di prima necessità per le persone in difficoltà e ristretezze, facendole culminare in un grande evento dal forte simbolismo religioso.

Ancora oggi i novanta membri della Fratellanza, perpetuano ogni anno, ognuno nel rispetto del proprio ruolo e della tradizione gli antichi rituali che portano al grande pranzo del mercoledì delle ceneri.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Diciamo subito che avrà motivo di pentirsi solo chi non ci verrà.Il pranzo del purgatorio di Gradoli è un antico rituale che si svolge ormai da 500 anni.

Secondo la tradizione circa 2.000 commensali, portandosi dietro stoviglie, pane e vino, si riuniscono insieme ogni mercoledì delle Ceneri per consumare un pasto che comprende, da sempre, lo stesso menu.

Per i buongustai di ogni dove è un’occasione imperdibile per assaporare antichissime ricette che vengono custodite e cucinate segretamente solo dagli adepti della confraternita dellaFratellanza, che si occupa ogni anno dell’organizzazione di questo particolarissimo e sentitissimo evento.

Il menù è molto vario, ma è sempre lo stesso ogni anno, e nonostante la sua semplicità soddisfaanche i palati più esigenti. Per iniziare: fagioli in bianco conditi con olio extra vergine d’oliva dei colli gradolesi e un pizzico di pepe, minestra di riso con sugo di tinca, la cui ricetta è conosciuta solo dai cuochi addetti, luccio in umido, nasello fritto, baccalà lesso insaporito con olio extra vergine d’oliva ed un trito di aglio e prezzemolo. E per concludere una mela.

Sarà anche un purgatorio, ma è meglio del Paradiso!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!