Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

Sabato 1 marzo 2014

Fatti stregare dalla festa

Rogo della vecia

Treviso (TV)

Rogo della vecia
E SAPEVATE CHE...?


Le tracce di questa festa popolare sono molto antiche e risalgono addirittura al 1800. Si credeva infatti che la vecchia strega fosse colpevole non solo di tutti i mali della città, ma anche del freddo e gelo invernale, che distruggeva i raccolti.

Bruciando la strega si riportava idealmente pace, felicità e calore a tutti gli abitanti di Treviso. Prima di procedere al rogo, si operava però uno squarcio nella pancia del fantoccio, per estrarre dolci e caramelle per tutti!

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Se è buona norma non chiedere mai l’età ad una signora, alla festa del Rogo della Vecia di Treviso, dovrete rivedere le regole base del bon ton!

La vecchina in questione, immortalata da un fantoccio appeso a pelo sull’acqua, è proprio vecchia da buttare, o meglio da bruciare!

Durante la manifestazione viene appeso infatti sul fiume Sile un fantoccio che ritrae la vecia strega del paese, che in chiave comica e farsesca, viene messa al rogo.

Ma cosa avrà mai compiuto di tanto terribile questo personaggio popolare? Secondo la tradizione locale, la vecia è colpevole dei mali di Treviso e delle tristezze della vita quotidiana.

E per questo la comunità trevigiana, affiancata da una corte con tanto di giudice e avvocati, si ritrova ogni anno sotto il fantoccio e unanime, a pollice basso, decreta la scottante sentenza.

Bruciati i mali della città si può iniziare con i festeggiamenti. Al via dunque ai canti e balli popolari, tipici della tradizione contadina.

E se tutto questo caldo, vi ha messo un po’ di sete, non disperate e dirigetevi in direzione dei numerosi stand che vi offriranno goloso vin brulè e dolciumi anche per gli adulti più nostalgici.

Affrettatevi dunque a raggiungere la festa…l’ultimo che arriva sarà condannato nel girone dei ritardatari!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!