Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

Dal 14 al 19 maggio 2016

I miei primi 40 borlenghi

Sagra del borlengo

Guiglia (MO)

Sagra del borlengo
E SAPEVATE CHE...?


L'etimologia viene fatta risalire a burla, e a questo proposito vi sono almeno tre teorie:

Per alcuni il borlengo sarebbe il risultato di uno scherzo ad una massaia che, con acqua e farina, stava preparando il tradizionale impasto per le crescentine da cuocere nelle tigelle (piccole pietre refrattarie in mezzo alle quali, un tempo, i dischi di pasta erano accostati al fuoco del camino).

La donna, trovandosi l'impasto per il cibo quotidiano allungato eccessivamente dall'acqua, non pensò di buttarlo via, ma provò a ricavarne ugualmente qualcosa di commestibile,e ci riuscì.

Altri pensano che l'alimento venisse mangiato a carnevale, quindi fosse un cibo per burla.

Altri ancora ritengono che la burla risieda nel fatto che il Borlengo è un alimento molto voluminoso, ma in realtà molto leggero perché la pasta è sottilissima.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Lasciamo pure ai Francesi i cibi sofisticati come le escargot , le moules o le filet mignon: a noi piacciono prodotti più ruspanti dai nomi che evocano subito genuinità e allegria. Uno su tutti? Il Borlengo.

Il Borlengo è un piatto tipico le cui origini si perdono nella storia e nelle tradizioni di una zona piuttosto ristretta dell’Appennino Modenese.

Semplice nella ricetta fatta di pochi essenziali elementi, ma elaborato e spettacolare nella sua preparazione.

Il Borlengo si ottiene cuocendo una colla liquida (preparata con acqua, farina,uova e sale) in una apposita padella chiamata sole o ruola.

Una volta cotto il Borlengo ha la consistenza di una sfoglia molto sottile e friabile e viene condito con la cunza (un pesto di pancetta, lardo, aglio e rosmarino), una abbondante spolverata di Parmigiano Reggiano e poi piegato in quattro e servito per essere mangiato ancora molto caldo.

A Guiglia, a Maggio, si tiene da più di 40 anni la Sagra del Borlengo, per alimentare e tramandare la cultura del Borlengo, una vera celebrazione gastronomica del Borlengo, l’antico sapore autoctono locale. Nel contesto della manifestazione, per tramandare la tradizione, verrà organizzata la Scuola Internazionale del Borlengo sempre ricca di partecipazioni.

Le iscrizioni sono aperte a tutti e per maggiori dettagli potete consultare il nuovo sito internet della Pro Loco (www.prolocoguiglia.it) dove potrete trovare il programma dettagliato della Sagra e la pagina per l’iscrizione alla scuola.

Certo, servito ai vostri commensali durante una cena di gala non suonerà chic come una crepe, ma volete mettere la goduria di addentarlo?


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!

Dove si svolge: Guiglia (MO)