Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.561 sagre

invia Invia

Salva

Dal 27 al 29 novembre 2015

Per una sagra così... tanto di capretto!

Sagra del capretto anastasiano

Sant'Anastasia (NA)

Sagra del capretto anastasiano
E SAPEVATE CHE...?


L'espressione salvare capra e cavolisignifica salvaguardare due obiettivi. Questo modo di dire nasce da un vecchio gioco di logica che raccontava di un contadino che doveva trasportare al di la di un fiume una capra, un cavolo e un lupo.

Ma la barchetta poteva trasportare oltre al suo peso, solo una di queste cose. A voi la risoluzione dell'enigma.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Perché poi si dia sempre dell’ignorante a quella povera capra, non si è mai capito! Chi invece la sa lunga, decide di festeggiarla e riconoscerne le gustose proprietà, alla Sagra del Capretto anastasiano a Sant’Anastasia.

Qui, al contrario delle comuni maldicenze, la capra vanta di una fama davvero prestigiosa, grazie all’abilità dei pastori locali circa i metodi di allevamento e macellazione di queste pregiate carni, e alla ricca vegetazione di cui questi animali si nutrono.

Partite dunque soli o in gregge, alla scoperta dei sapori e delle tradizioni campane e visitate i vari stand gastronomici in cui poter assaporare il capretto cucinato sia alla brace che al forno.

Conservate un po’ di spazio per gustare altri succulenti prodotti come le frattaglie, la mozzarella, le olive, i dolciumi e i pani, che meglio scivoleranno in pancia con un buon calice di vino locale.

E se questi golosi piatti suoneranno come musica per le vostre orecchie, continuate le danze tra i vari spettacoli folcloristici e cabarettistici e partecipate ai tour guidati tra le vie del paese, alla scoperta delle antiche attività produttive del passato.

Amate assaporare piatti irresistibili ma vi piacciono anche le allegre compagnie? Salvate capra e cavoli e pascolate alla volta di Sant’Anastasia.


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!