Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

Dal 2 al 4 giugno 2016

La paranza è una danza

Sagra del pescato e della paranza

Castellabate (SA)

Sagra del pescato e della paranza
E SAPEVATE CHE...?


Il termine Paranza in quasi tutto il Mediterraneo indica la famosa frittura di pesce composta da pesci di piccole dimensioni.

Ma i più esperti sanno che la denominazione data a questa bontà, in realtà, deriva dal nome che indica il metodo di pesca tradizionale usato: la paranza per l'appunto.

La pesca con la Paranza viene realizzata con una rete da fondo a strascico, che di norma viene trainata da due piccole imbarcazioni di legno, chiamate anche loro, guarda a caso: Parenze.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Che come recita una famosa canzone si balla con un leggero movimento di panza.

Quindi allenate i vostri passi da ghiottoni perché alla Sagra del pescato e della paranza di Castellabate potrete sfoggiare tutta la vostra verve da Ginger&Fred Astair di incalliti Sagronauti.

Ad attendervi ben tre giorni all’insegna dei piatti a base di pesce fresco, anzi freschissimo, appena pescato dalle 6 paranze locali.

Che le danze abbiano inizio allora: merluzzetti, triglie e tantissime alte varietà di pesce, per la gioia delle vostre papille, passeranno direttamente dalle reti ai fornelli.

E ancora tante specialità tipiche come le frittelle di alghe e i fagioli con le cozze, che accompagneranno le tantissime ricette a base di pesce della Sagra.

Il tutto fritto nel fragrante olio di oliva locale, accompagnato dall’ottimo vino delle cantine della zona, come nella migliore tradizione mediterranea e della cucina cilentana.

Dopo la danza culinaria, per chiudere in bellezza, non vi resta che lasciare andare il vostro animo danzerino al ritmo sfrenato delle band locali. Non tentate di scappare e lasciatevi avvolgere dalle maglie della rete del divertimento.


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!