Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

31 gennaio 2016

Quando il salame incontra la patata

Sagra del Salam ‘d patata

Settimo Rottaro (TO)

Sagra del Salam ‘d patata
E SAPEVATE CHE...?


Il salame di patate è una prelibatezza, che come tutte le più belle cose, va consumata nell'arco di un paio di giorni.

Questo avviene perché nella sua preparazione oltre al lardo si mischiano alla carne di suino anche le patate che, a differenza di altri alimenti, non sono adatte alla lunga conservazione.

Di fatti il salame di patate, una volta pronto va lasciato riposare una giornata dopo la preparazione, e solitamente viene consumato in giornata, anche se in alcune sue varianti può durare fino ai 5 giorni.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

I maliziosi si asciughino la bavetta dalla bocca e i ghiottoni facciano altrettanto, perché alla Sagra del Salam ‘d patata di Settimo Rottaro si feseteggia una bontà senza pari: il Salame di patate.

Questa antica prelibatezza, a base di carne suina, lardo, patate bollite e spezie da tempi immemori imbandisce la tavola della genuina tradizione contadina piemontese.

Introdotto nel Paniere dei Prodotti Tipici della Provincia di Torino, questo particolare salume è oramai apprezzato ogni anno da migliaia di persone che accorrono da tutto il circondario e non solo per gioire della sua bontà.

Un’occasione assolutamente da non perdere per chi ama gli antichi sapori di una volta e una grande opportunità per scoprire l’eccellenza enogastronomica del territorio.

Ad attendervi, infatti, oltre al re della manifestazione, sua maestà il Salam ‘d patata, potrete degustare i migliori prodotti tipici del circondario, come le castagne di Piverone, i funghi e i kiwi di Cossano, il miele di Azeglio e gli ottimi vini canavesani.

Una manifestazione che partendo dalla riscoperta della cultura del maiale riscopre il buon gusto, evidenziando alcuni aspetti tipici della vita rurale caduti in disuso come la convivialità e la genuinità dei sapori di una volta.

E se oltre le papille gustative anche la cultura vuole la sua parte, non avete che da servirvi: mostre, laboratori, conferenze, artisti di strada, musica e balli.

Non fate i salami, non vorrete mica perdervi un’occasione così ghiotta!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!