Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.557 sagre

invia Invia

Salva

17 gennaio 2016

Che cavolo mangi?

Sagra della frittella di cavolfiore a chilometro zero

Tuscania (VT)

Sagra della frittella di cavolfiore a chilometro zero
E SAPEVATE CHE...?


Il cavolfiore è una verdura dalle tante proprietà benefiche e particolarmente indicata nel periodo invernale.

Questo ortaggio è ricco di vitamine, di minerali, nonché utile depuratore dell'organismo. Grazie all'assenza di glutine, è particolarmente indicato per le persone che soffrono di diabete e celiachia.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Se per questo weekend avete messo in conto di non fare un cavolo, questo appuntamento cade proprio a fagiolo, anzi, a cavolfiore! A Tuscania, alla Sagra della Frittella di Cavolfiore, si festeggia il prelibato piatto della tradizione laziale.

I festeggiamenti si uniscono ad un’altra tradizione popolare, legata alla ricorrenza religiosa in onore di Sant’Antonio, protettore degli animali.

La festa inizia con la sfilata dei visitatori, che portano i propri animali domestici, per chiedere la grazia al Santo protettore. L’evento religioso si mescola con la tradizione popolare e quando vedrete portare nella piazza principale il grosso padellone, potrete davvero iniziare a leccarvi i baffi.

Nel primo pomeriggio, nel centro storico, si friggeranno prelibatissime frittelle di cavolfiore, eccellente prodotto locale coltivato nella maremma laziale.Gustatele calde, con un pizzico di sale, o se preferite con una spolverata di zucchero a velo, e continuate il vostro viaggio tra gli stand del mercatino di prodotti tipici e artigianato locale.

Tanti altri intrattenimenti sono previsti per la giornata come stornellatori, audaci cantori e artisti di strada, che vi allieteranno con musica, canti e balli.

A chiusura di questo suggestivo appuntamento, prendete parte al grande falò serale, in commemorazione del Santo protettore degli animali.

E ora diteci pure che cavolo avete di meglio da fare!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!