Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.587 sagre

invia Invia

Salva

2 ottobre 2016

Il carretto passava e quell'uomo gridava: Porchetta!

Sagra della porchetta

Poggio Bustone (RI)

Sagra della porchetta
E SAPEVATE CHE...?


La leggenda tramanda che la golosa ricetta della porchetta di Poggio Bustone, così come la conosciamo oggi, fu portata da tal Moretto, macellaio del luogo, che, durante la sua permanenza in estremo oriente, ebbe modo di gustare la carne di alcuni maialini arrostiti dal sapore stranamente deciso e profumato.

Pare, infatti che durante l'incendio di un capanno, le succulente carni avessero assorbito un intenso sapore di erbe aromatiche che lì erano custodite.

Tornato in patria, si mise al lavoro per poter ottenere quel gusto inconfondibile e dopo innumerevoli tentativi, elaborò la tradizionale ricetta, trasmessa di padre in figlio che tutti oggi possono gustare.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Cos’hanno in comune i Giardini di Marzo e la Sagra della porchetta di Poggio Bustone? Gli adepti della biografia del grande cantautore possono tranquillamente ridersela sotto i baffi…Mentre i profani possono iniziare a leccarseli i baffi.

Al vostro arrivo il mistero sarà presto svelato. Per gustare la rinomata delizia locale e migliori piatti tipici della zona dovrete per forza recarvi in piazza Giardini di Marzo, infatti, questo prezioso borgo incastanato tra le colline di Rieti è quello che ha dato i nobili natali alla voce che ha fatto da colonna sonora a migliaia di storie d’amore.

Ok, ora asciugate pure la lacrimuccia da teneroni e preparatevi ad assaporare qualcosa di tenerissimo, la porchetta. Un gusto unico che viene dato da una cottura attenta e sapiente nel forno a legno dopo un procedimento molto particolare, il maiale viene prima disossato, quindi condito con sale, pepe, aglio ed erbe aromatiche su cui predomina l’intenso profumo del rosmarino.

Porchetta ma non solo, i più buongustai potranno finire di sollazzare le loro papille con i migliori piatti tradizionali come gli Stringozzi di Cantalice, le Patate di Leonessa e la Pizzola di Morro Reatino, per completare il tutto con l’ottimo vino locale.

Ok, ora asciugate la bavetta, preparate i bagagli, alzate lo stereo e… Sì viaggiare e di notte con i fari illuminare…


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!