Alla scoperta di luoghi e sapori

sono presenti 4.587 sagre

invia Invia

Salva

Dal 16 al 19 giugno 2016

È l'ora del tortello amaro, dolcezza!

Tortello amaro

Castel goffredo (MN)

Tortello amaro
E SAPEVATE CHE...?


Dietro ogni piatto c‘è una storia. L'origine dei tortelli è
antichissima
, ma la parola tortei appare per la prima volta nelle
cronache gastronomiche della corte Mantovana solo intorno al 1500.

E la
prelibatezza dei tortelli amari si tramanda ormai da secoli, di
generazione in generazione. Il particolare sapore di questo piatto è
dato dall'utilizzo di un'erba diffusissima in zona comunemente chiamata
Erba di S. Pietro.


Per i più botanici e attenti il Crysanthemum
balsamyta.
Ok, abbiamo finito, ora potete rigirare il piatto, dicevamo
in senso metaforico.

promosso da Italia Zuccheri, 100% zucchero italiano

Chi dice Mantova dice zucca? Sbagliato, zuccone!

O meglio, riduttivo. La cucina locale, utilizzando elementi di base quali la sfoglia tirata con la canela, le uova, il pane, il grana, la noce moscata, ha creato nei secoli una serie di primi piatti clamorosi.

Gli scettici sono invitati a scoprire Castel Goffredo e i suoi tortelli amari, così chiamati per la presenza, nel ripieno, di un’erba comunemente chiamata amara o Erba di S. Pietro.La ricetta originale è gelosamente custodita nelle cucine e nelle madie delle nonne: si sa solo che ancora oggi, negli orti e nei giardini castellani, si coltiva il Crisantemum Balsamital’erba dal sapore leggermente amarognolo alla base di questi piatti.

Ma non cercate di scoprire di più: chi si accontenta (e mangia i tortelli amari), gode!


AAA Avviso a tutti i Sagronauti. Talvolta le date subiscono variazioni all'ultima ora, vi consigliamo perciò di contattare gli organizzatori prima di mettervi in viaggio.
Se avete novità segnalatele alla redazione, buona sagra a tutti!